Agrigento Cianciana

Cianciana

Agrigento - Guida di Agrigento

Arte - Cultura - Storia - Mare - Turismo - Vacanza

Agrigento Cianciana

Agrigento   Agrigento
 
Comune di Cianciana

...terra di mare...terra d'amare...


Cianciana

Comune di Cianciana


STORIA

Nella media valle del Platani, antica terra dei Sicani, a pochi chilometri dal mare africano, su una collina a 390 m sul livello del mare, sorge CIANCIANA, che con le sue case occupa il territorio che fu di antiche e prosperose città delle quali, storicamente, poco si conosce nonostante i numerosi reperti archeologici e le insistenti leggende: la Massa o Villa Chincana di epoca romana, la Kalat-Iblâtar saracena e Ciancianìa, sorte in epoca normanna alla periferia sud-est dell'attuale centro abitato e di cui fu primo signore, il nobiluomo catanese Bartolomeo Da Brindisi.
L'attuale cittadina sorse ufficialmente, col nome di S. Antonio di Cianciana, il 4 Ottobre 1646 quando Sigismunda D'Onofrio comprò per il figlio Giuseppe Antonio Joppolo, principe del 1677, la "Licentia populanti" per fare una "habitazione et populazione" nella terra di S. Antonio. Estintasi nel 1769 la famiglia Joppolo, la signoria di Cianciana passò per trasmissione ereditaria, ai Bonanno prima e ai Gioeni poi, fino al 1812 quando divenne municipio libero. Cianciana, gode di un clima dolcissimo e ha legato per molti anni il suo nome all'estrazione dello zolfo e nelle sue miniere hanno trovato occupazione migliaia di lavoratori. Chiuse le zolfare, il paese è stato falcidiato dall'emigrazione. Gli edifici degni di nota sono: l'ex monastero dei Padri Minori Riformati di S. Francesco, la Chiesa Madre, uno splendido Calvario, Piazza Orologio, il Palazzo De Michele Abatellis. Cianciana ha saputo erigere grandiosi monumenti allo spirito umano, "eccellendo" per uomini d'ingegno, quali P. Alba, F. V. Sedita, S. Mamo e A. Di Giovanni, poeti; F. Arcuri, magistrato e scienziato; P. B. Conte, botanico; G. Antinioni, sociologo; M. Abella, pittore. Il paese dei contadini, dei pastori, dei piccoli artigiani, ma soprattutto dei zolfatai è ancora ben visibile in quelle casette basse, umili costruite con pezzi di tufo arenario e coperti con di argilla, arroccate, insieme ad altre di moderna concezione architettonica che formano l'abitato. Anticamente il fiume Platani, un tempo "Halycas", fu risalito dai Cartaginesi con le loro navi. Vi misero piede anche i Greci, i Romani, i Bizantini, gli Arabi, i Normanni e tutti gli altri popoli che si alternano nella dominazione della Sicilia. Ma nonostante tutto, Cianciana è un paese giovane. La presenza di altre civiltà remote è confermato dai ritrovamenti archeologici risalenti al ??-?V secolo D.C. e da numerose tombe scavate nella roccia e presenti in diverse zone circostanti del paese. La sua posizione geografica favorisce la coltura di ulivi secolari, di alberi di mandorlo, di piante di fichi d'india, di macchie mediterranee sempreverdi, di agrumeti odoranti di zagara, tra distese di multicolori tappeti di fiori e di erbe spontanee che si alternano con i variopinti colori dei campi coltivati. Notevole è l'aspetto paesaggistico del bosco dell'ex feudo Cavallo, ricco di alberi d'alto fusto, all'interno del quale è possibile praticare trekking. Entro l'omonimo territorio, si trova la grotta del "Cavallo". Questa è una delle tante suggestive ed interessanti grotte. Dentro l'ex feudo di Bissana si trovano numerosi vulcanetti di fango. Cianciana è anche un paese ricco di tradizioni, tra cui la mangiata di ciciri, fave e frumento organizzata il 31 Luglio di ogni anno. Si pensa che questa sia una festa di ringraziamento al Divino per l'abbondanza del raccolto. Altra tradizione è la Festa di San Giuseppe, festa che sembra avere origini antichissime e nella cui ricorrenza s'intendono rimarcare i più nobili e alti sentimenti umani. In tantissime case vengono apprezzate le "tavole" imbandite con tanti prodotti della terra e pietanze preparate dalle mani operose delle donne. Alle tavole siedono i "Santi". Le persone vanno a visitare le tavole qua e la degustando. Al passaggio della processione si stendono al balcone le coperte, possibilmente le più belle. Poi segue la tradizionale recita della Settimana Santa. Inizia la Domenica delle Palme, la manifestazione segue poi il Giovedì con il processo a Gesù, recitato da giovani che impersonano il Cristo, Pilato, Giuda, ecc... legionari, centurioni e popolani del tempo, accompagnati da una folla strabocchevole, scortano e fanno da corona al personaggio del Cristo lungo il percorso verso il Calvario. La rappresentazione di lu "n'contru" è aperta da San Michele Arcangelo, il quale al prio veder del Salvatore, corre ad avvisare Maria, che a lui s'indirizza.

Sito web del Comune di Cianciana
Mappa Comune di Cianciana (lat e long)
Mappa Comune di Cianciana

Coordinate di Cianciana
Latitudine: 37.5166667
Longitudine: 13.4333333

C.A.P.: 92012
Prefisso: 0922
Codice F.: C668
Codice Catastale: U2AP


Residenti (T) : 4.069
Residenti (M) : 1.925
Residenti (F) : 2.144
Densita per Km2: 107,9
Superfice Km2: 38.0280373832

 

Agrigento

 

Agrigento

Agrigento   Agrigento
 
Agrigento Provincia

...terra di mare...terra d'amare...


Comuni della Provincia di Agrigento

 

Agrigento

 

Lampedusa

Agrigento   Agrigento
 
Agrigento




 

Agrigento

 

Agrigento


Guida di Agrigento

 

Guida di Agrigento - Copyright © 2000 - Tutti i diritti riservati. Aggiornato il: